03/09/20

10 GIORNI A RODI CON BAMBINI - 2019




Da tanto tempo sognavo di vedere il bel mare della Grecia ma, ahime', i prezzi per quattro persone anche a giugno non erano mai abbordabili! Finchè una sera di inverno cerca e cerca e finalmente eccola una struttura che ci potesse ospitare a un prezzo ottimo e attrezzata per il senza glutine___il Delfinia Resort a RODI.........RAGAZZI PREPARATE LE VALIGIE CHE SI PARTE!  
 
                  
                               
Atterriamo a Rodi e ritiriamo la macchina prenotata ( n.b. decidiamo sul posto di pagare l'assicurazione aggiuntiva poichè abbiamo letto di come le macchine a noleggio siano soggette a danni; infatti la mattina seguente abbiamo trovato subito un bel graffio fatto con un chiodo sulla fiancata! Scelta premiata!) direzione Kolimbia - Delfinia Resort Giretto nel resort e cena......iniziamo le VACANZE!

La mattina seguente subito diretti alla spiaggia vicino all'hotel (circa 10 minuti a piedi) ma il tragitto ci è comodo per acquistare ombrellone e materassino che ci saranno utili per le giornate al mare!
Subito il mare cristallino di Rodi ci fa brillare gli occhi e la piccola chiesetta ortodossa e le bandiere greche ci entusiasmano e partiamo con le fotografie mentre i bambini gia' sguazzano felici in acqua!

Il rientro in albergo è sempre piacevole, soprattutto quando scopriamo che al bar della piscina 
avremo cocktail per adulti e bambini inclusi per tutta la settimana!
 I ragazzi ricorderanno per sempre il loro cocktail analcolico preferito il "MOLOTOV" di un colore fucsia brillante! 


                                                                                         
Iniziamo ad esplorare le spiagge di Rodi! Consiglio vivamente la zona di Kolimbia per gli alloggi, poichè si trova in una posizione centrale per vedere le varie spiagge di Rodi.

Oggi a 10 minuti di auto scegliamo TSAMBIKA BEACH!


Lungo la strada e sulla spiaggia incontriamo delle simpatiche caprette locali che ci mettono subito allegria e il parcheggio è gratuito; iniziamo bene la giornata. La spiaggia è molto grande e attrezzata e offre divertimenti e bar ma ci sono anche grandi spazi liberi. Ci posizioniamo vicino alla grande parete di roccia dove è stata dipinta un'enorme bandiera greca. L'acqua è cristallina e passiamo la giornata tra tuffi e sole. Passeggiamo lungo tutta la baia alla ricerca di piccoli e unici particolari come i tentacoli di polpo appena pescati ed esposti nelle teche ad asciugare o come la bellissima duna di sabbia alla fine della spiaggia su cui in molti si avventurano corrente per arrivare in cima.......ma mooolti ( tra cui i miei ometti) desistono a meta' salita visto la temperatura da ustione della sabbia!

 Nel pomeriggio decidiamo anche di visitare il monastero che si trova in cima alla rupe e da cui si puo' ammirare Tsambika Beach dall'alto. 
Il piccolo santuario è meta di pellegrinaggio per le donne che desiderano avere un figlio  e salgono i 300 scalini scalze. La vista è mozzafiato e la passeggiata anche per i bambini facile e carina.
                                                                                                                                                                     
           
              

Oggi ci dirigiamo verso l' acropoli di LINDOS. Il tragitto è breve dall'hotel e dalla strada gia' scorgiamo le bianche casette del paese e arroccata su una rupe l' Acropoli.
Qui troviamo veramente la folla di turisti ma riusciamo comunque a trovare un parcheggio non lontano ( sempre gratuito!).

           

Si arriva a una piazzetta dove inizia l'area pedonale e la salita verso l'Acropoli. Fa veramente caldissimo, staremo introno ai 40°! (queste temperature ci accompagneranno per tutta la settimana!  A mezzanotte spesso passeggiavamo con temperature sopra i 30°!)
Riempiamo alla fontanella tutte le boccette che abbiamo e ne acquistiamo di altre. E' pieno di turisti; evitiamo di noleggiare un mulo per la salita ovviamente e iniziamo la nostra scalata verso l'Acropoli!
Negozi vendono prodotti tipici e meno. Locali e ristoranti si riempono di turisti assetati e noi continuiamo tra una foto e una sbirciatina ai negozi la nostra scalata. E' tutto bianco e curato e fortunatamente con tanta ombra. L'ultimo tratto è piuì arrocato, finiscono i negozi e ci si trova davanti una biglietteria per l'ingresso all'Acropoli ( un po' caretto! Ma ormai siamo qui!).
Entriamo nel sito storico e ovviamente per chi come noi viene da Roma non è che ci emoziona poi tanto vedere questi resti, quello che la rende veramente speciale è la vista spettacolare a picco sul mare che con il suo azzurro brillante contrasta in maniera spettacolare con le colonne del tempio!
Dall'alto è possibile anche vedere la spiaggia di Lindos e la caletta di Agios Pavlos Beach ( che vista dall'alto ha la famosa forma a cuore!). Assaporiamo il momento in cui ci tufferemo in entrambe queste spiagge!




Abbiamo sudato l'inimmaginabile ma finalmente eccoci qua a Lindos Beach!


(anche qui parcheggiamo fronte spiaggia gratis!) e ci dirigiamo verso la sinistra della baia; scelta che si svelera' ottima poichè ha il fondale piu' sabbioso e l'acqua piu' cristallina 
(a destra con una passeggiata abbiamo scoperto che c'erano piu' rocce che sabbia e l'acqua era un po' 


sporca a causa forse anche delle barchette e dei giochi acquatici a noleggio che partivano dallo stabilimento!) . 



Dobbiamo, ahimè, lasciare questo piccolo paradiso per vederne un'altro. Ci siamo, infatti ripromessi, che avremmo fatto un salto alla piccola baia di Agios Pavlos Beach .
E' una caletta molto piccola e tutta colonizzata da uno stabilimento, è pomeriggio inoltrato e fa mooolto caldo, quindi non demordiamo e approfittiamo comunque del piccolo pontile lato stabilimento per dei tuffi in questa piccola e romantica caletta. 



Anche oggi abbiamo visto delle spiagge e dei posti bellissimi e stanchissimi torniamo alla base. Stasera ci aspetta uno spettacolo di SIRTAKI in villaggio. Lo so, è una cosa molto turistica, pero' quando si viaggia con i bambini alcune comodita' ci stanno bene.....e poi anche io e Fabio finalmente abbiamo ballato il SIRTAKI! OPA!


Nuovo giorno, nuova spiaggia! Oggi Anthony Queen Bay! 


Questa mattina siamo in spiaggia alle 9.30 ( abbiamo letto di andare presto per trovare un posto!) e devo dire che ancora tanti posti erano liberi. Qui si parcheggia, sempre gratuitamente (lo so, sono ripetitiva, ma sara' che a Roma si paga il parcheggio comodo vicino al mare!) e poi con una scaletta si scende nella baia. WOW! WOW! WOW!
Il colpo d'occhio è spettacolare, i colori magnifici! 
Vi è un piccolo bar con i tavoli dove poi' ci rinfrescheremo un po' con delle bibite fresche, ma ora diretti a prendere una postazione ( Ops! Quasi dimenticavo, in tutta Rodi abbiamo spesso noleggiato ombrelloni e 2 lettini - costo tra 8 e 10 euro tutto il giorno!). A quest'ora riusciamo a trovare posto proprio all'ingresso che sicuramente è l'area piu' caratteristica; infatti sulla destra la baia diventa piu' impervia e quindi hanno terrazzato un lato della stessa, mettendoci dei lettini; ma questo rende il tutto meno naturale....quindi andate presto per prendere posto sulla spiaggia, seppur di sassolini!

La baia è fatta appunto di sassolini che continuano anche in acqua ( che diventa presto profonda) e forse anche per questo qui troviamo l'acqua un po' piu' fresca .......                                         
ma bastano 10 minuti per un tuffo! Qui passiamo il tempo a fare snorkeling tra le rocce e avvistiamo decine di pesci colorati e le stelle marine!     

Che bello vedere Marco e Davide partire con gli occhialetti alla scoperta del mondo sommerso! 

La baia per la sua bellezza attira decine di turisti che arrivano con i tour in barca, ma per fortuna si fermano abbastanza lontano e quindi l'acqua rimane comunque sempre cristallina e spettacolare!

Questa mattina hanno vinto i bambini, così decidiamo di passare un paio di ore nelle piscine dell'hotel, pranzare e poi andare a visitare le Terme di Kallithea. Siamo scesi a un compromesso visto che oggi abbiamo deciso di non cenare in albergo bensì andare a RODI OLD TOWN, visitare la citta' antica e cenare fuori .....quindi le Terme sono la destinazione marina piu' appetibile e vicina alla Old Town, che raggiungeremo solo nel tardo pomeriggio, viste le temperature calienti!





------------------to be continued!




11/07/18

CROAZIA 2018 - ZARA E DINTORNI




Giugno 2018


Il mese di Giugno è sicuramente il piu' economico per visitare la Croazia godendo delle temperature estive ma, ahime', l'acqua del mare è veramente fredda!

Il volo aereo da Roma costa pochissimo e dura un attimo.

La nostra scelta è ricaduta sul Zaton Holiday Resort, un villaggio turistico enorme che offre oltre all'alloggio la possibilita' della mezza pensione presso uno dei ristoranti lunga la via principale.
E' veramente veramente ma veramente grande come un paese, all'interno ci sono svariati negozi, ristoranti, un parco acquatico con diverse piscine e cosa non da poco per la Croazia UNA SPIAGGIA SABBIOSA!.....Tanti giochi in spiaggia, minigolf (uno dei piu' belli mai visti!), arena per gli spettacoli serali e chi piu' ne ha piu' ne metta! Ovviamente abbiamo noleggiato delle biciclette per muoverci all'interno del villaggio .....scelta ottima!


Approfittiamo subito della bellissima giornata per un tuffo nelle grandi piscine e per girare tutto il villaggio alla scoperta della spiaggia e dei divertimenti che offre. Passiamo i primi due giorni a fare vera vita da mare scorrazzando su è giu' con le nostre biciclette .

Ovviamente la nostra voglia di partire alla scoperta delle bellezze dei dintorni non tarda ad arrivare, così il terzo giorno partiamo con la nostra macchina a noleggio verso il Parco Nazionale delle Cascate di KRKA.



Arriviamo al paesino di Skradin e ci mettiamo in fila per acquistare i biglietti per la breve crociera con la nave che risalira' il fiume e ci lascera' nel parco delle cascate



(le imbarcazioni fanno avanti e indietro a orari prestabiliti, quindi si è liberi di scegliere quando tornare).



Il viaggio è molto piacevole e i colori dell'acqua sono meravigliosi!

Appena scesi dall'imbarcazioni a pochi metri di distanza ci attendono subito le prime cascate.

Sicuramente le piu' scenografiche e dove è possibile immergersi nelle gelide acque.                                                 





Non ho resistito e visto che dopotutto l'acqua non era piu' fredda di quella del mare, sono scesa e ho provato l'ebbrezza di stare cosi' a contatto con una tale forza della natura! Insieme ai miei prodi e coraggiosi piccoli turisti ( il luogo è recintato e ovviamente a una distanza di sicurezza dalla potenza delle cascate; quindi in tutta sicurezza).



Usciti dalle chiare e fresche acque ci asciughiamo e rivestiti partiamo alla scoperta del bel sentiero che porta alla scoperta del piccolo borgo all'interno del parco e delle altre cascate.











Il borgo è carinissimo, attraversato da queste limpide acque piene di pesci e ranocchie, con tanti caratteristici ponticelli di legno e con vista su un incontaminata natura.











Una giornata sicuramente divertente anche per i turisti piu' piccoli!











La sera al Zaton Holiday Resort ci aspetta una grande e meritata cena al buffet e lo spettacolo serale nell'Arena con tanto di enorme zucchero filato.

Il giorno seguente la mattina la passiamo in piscina a giocare/gironzolare per il villaggio e il pomeriggio decidiamo di andare a vedere la vecchia citta' di Zara, con il famoso organo marino e  il saluto al sole nonchè il piccolo Museo delle Illusioni.





Il Museo è piccolino ma l'entrata costa pochissimo e si passa un'oretta spensierata e divertente con i bambini a fare fotografie divertenti! 





Zara è veramente carina e il lungomare è praticamente attaccato al centro. Qui al tramonto si radunano vari artigiani locali e molti turisti affollano la banchina per ammirare i bellissimi tramonti e per ascoltare le melodie che regala l'Organo Marino.
Tranquilli, a giugno comunque i turisti sono molti ma la passeggiata  è tranquilla .




Non credevo, ma consiglio vivamente a tutti quelli che passano nei dintorni di andare ad ascoltare i suoni che questa meraviglia di ingegneria riesce a regalare. Praticamente il movimento dell'acqua e l'aria del vento che si incanalano nei fori presenti lungo le gradinate che scendono nel mare creano suggestive melodie.
Uno spettacolo!




E che dire del tramonto, dei colori veramente particolari e come scende la notte nella piazza si accendono tutti i led del gigantesco impianto a pannelli solari posto in terra......per la gioia di tutti i bambini! Consigliatissimo se avete fame il famoso panino cevapi. Una squisitezza! Un panino gigante con le salsicce.






Altro giorno, altra spiaggia! Oggi ci rechiamo alla spiaggia di NIN, che dista pochissimi chilometri dal villaggio e famosa per i suoi fanghi curativi. La spiaggia è di sabbia e  quindi divertente per i bimbi anche se quando siamo andati noi era molto ventosa ( e credo lo sia spesso ).








Alle spalle della spiaggia ci sono delle lagune attraversate da piccoli ponticelli di legno dove è possibile raccogliere con le mani i fanghi e spalmarsi la pelle con  questa poltiglia nera che si dice faccia molto bene!!! Io non ci sono riuscita per lo schifo di raccogliere il fango ma soprattutto poichè l'acqua e i fanghi erano freddissimi. Fabio, invece, ha avuto questo coraggio e si è trasformato in un supereroe fangoso!





Prossima tappa, ci dirigiamo in auto vero l' Isola di Pag. 


Lungo la strada ci sono bellissimi scorci di mare con acqua turchese e il paesaggio è lunare (vedi foto iniziale!). Anche qui si possono trovare delle spiagge sabbiose e noi ci dirigiamo verso la spiaggia di Planjka 
con sabbia e acqua bassa, scivoli e altalene in acqua. Purtroppo la giornata non è molto calda quindi i bambini fanno un tuffo velocissimo e poi ci rilassiamo con un gelato al bar della spiaggia con palafitte sull'acqua.

Sulla strada del rientro avremmo voluto vedere la spiaggia di Simuni, ma per accedervi occorreva pagare l'ingresso al Camping Simuni e per poco tempo a disposizione e visto l'aria fresca abbiamo tralasciato.

La serata la passiamo all'insegna del divertimento nel villaggio con un bellissimo spettacolo offerto nell'arena dall'animazione.



E' il nostro ultimo giorno di vacanza e il tempo non è dei piu' clementi, piove. Purtroppo tutta la settimana è stata molto fresca ma il meteo no si puo' certo scegliere!


La mattina la passiamo cercando qualche souvenir nei negozi dello Zaton Holiday Resort e io e Fabio ci divertiamo a fare un pedicure nelle vasche dei pesciolini (che ridere!).

Nel pomeriggio invece andiamo a fare una passeggiata nella piccola e caratteristica cittadina di NIN, dove cogliamo l'occasione per fare delle belle foto paesaggistiche.

La vacanza è terminata, una settimana è troppo poco!

Ciao Croazia!  
















27/08/17

TENERIFE - 2017


TENERIFE - 2017



Giugno 2017.........si volaaaa!!!

Una settimana tutto incluso a Tenerife in Costa Adeje, la costa sud dove splende il sole tutto l'anno.
I bambini sono emozionati all'idea di prendere l'aereo, soprattutto Davide perchè è la sua prima volta!

All'aeroporto di Fiumicino si divertono a passare i vari controlli ( beati loro) e che emozione quando finalmente si sale la scaletta dell'aereo. Il volo è di circa 4 ore e 30 minuti e la Neos regala ai bambini un simpatico omaggio con giochi e letture ed il certificato di battesimo di volo firmato dal pilota per Davide. Cosi' tra un film, la colazione ed i giochi il tempo "vola" !

Eccoci qua al piccolo aeroporto di Tenerife Sur ed all'uscita ci aspettano i ragazzi del Club con il pullman che ci portera' al nostro albergo, il Best Hotel Jacaranda. Che spettacolo!.... All'arrivo nella hall una vetrata affaccia sull'area centrale dell'albergo con 4 piscine e la cascata .....WOW!

Pranziamo e poi ci rilassiamo nelle bellissime piscine per tutto il pomeriggio e cerchiamo di avere piu' notizie possibili su spiagge da vedere e cose da fare durante la nostra vacanza. Non siamo tipi da viaggio organizzato quindi passeremo la settimana a girare Tenerife, noleggiando una vettura.....passeremo poco tempo in albergo e sopratutto NON parteciperemo ai giochi dell'equipe; ma assisteremo la sera ( stanchi di una giornata intera a zonzo) ai loro spettacoli divertenti!


Ora vi racconto il nostro giro di TENERIFE.....


Ovviamente, prima mattina a Tenerife esploriamo i dintorni dell'Hotel. Attraversando semplicemente la strada si è subito in una via pedonale ricca di negozietti turistici che ti porta con una passeggiata di 3 minuti alla spiaggi e al lungomare (sempre pedonale) pieno di locali, negozi e bar.
La spiaggia è grande e libera (come tutte le spiagge in Spagna) e di sabbia scura. E' dotata di docce, passerelle, baywatch .....L'acqua è cristallina e gli scogli che creano le insenature sono ricchi di granche giganti! Passiamo cosi' la mattina, tra tuffi, castelli di sabbia e caccia ai granchi.
Dopo pranzo i bimbi non vedono l'ora di provare l'ascensore vetrato che porta sopra la cascata del nostro Hotel e tutte le piscine disponibili .....ovviamente li accontentiamo.



Piscina onde Siam Park
Secondo giorno. E' dedicato interamente al SIAM PARK, il parco acquatico piu' grande d' Europa! Occorre alzarsi presto per prendere la navetta gratuita del parco che passa vicino l'Hotel. La gente in attesa è molta ma riusciamo a salire. E' molto vicino solo 3 km e mezzo! Grande fila ma scorrevole. Abbiamo acquistato i biglietti all'Hotel ma occorre passare i controlli degli zaini poichè è vietato introdurre cibo da fuori (devo ammetterlo ho usato un piccolo trucco! Ho avvolto i nostri pranzi al sacco negli asciugamani e così non li hanno sequestrati! ....non sono stata la sola! ) . Che dire! Il parco è meraviglioso, attrazioni molto belle e grandiose. La piscina centrale con le onde è immensa e le onde sono da tsunami! Io ero seduta a riva e il bagnino mi ha detto di alzarmi; ho pensato "Esagerato!"......Beh, l'acqua mi arrivava alle ginocchia ed è arrivata l'onda così potente che io e Davide siamo caduti in acqua! E poi il giro sul fiume con le ciambelle è lunghissimo, si passa vicino ad una cascata, le rapide e si finisce in un tunnel sottomarino dove nuotano gli squali! Insomma....da provare assolutamente! Ci piace cosi' tanto il Parco che ci attardiamo e perdiamo la navetta per il ritorno, ci sono i taxi ma noi preferiamo farci una passeggiata a piedi fino all'hotel. 

Terzo giorno. Abbiamo noleggiato una macchina in Hotel ( prezzi come i noleggi esterni) perchè oggi andremo alla scoperta del famoso vulcano EL TEIDE. Ci siamo armati di felpe e giacchetti, impauriti dalle recensioni che parlavano di tempo da montagna sul vulcano e di molto freddo. Beh, menomale che siamo partiti in calzoncini e canottiera perchè faceva molto caldo in cima. Lungo la strada ad un certo punto inizia il paesaggio montano che poi scompare subito dopo per dare posto a rocce vulcaniche e ci si accorge all'improvviso di essere sopra le nuvole! Spettacolare! 
Ci accostiamo al primo point of view  pee ammirare il panorama, per le foto di rito e per esplorare le prime rocce vulcaniche. Poi si continua a salire ed il paesaggio è veramente lunare. Foto, foto, foto.



Arriviamo al primo punto turistico davanti alla Roques de Garcia dove di solito fanno tappa i pullman dei giri organizzati dagli hotel ma noi facciamo solo una piccola tappa e poi continuiamo lungo la strada poichè avevo letto che il Centro Visitatori El Portillo era piu' carino ed interessante per i bambini. Scelta ottima. 
La strada dopo il primo centro visitatori ( dove la maggior parte dei pullman fa retromarcia) è un qualcosa di indescrivibile! Paesaggio marziano. Ci fermiamo in una grandissima area "marziana" per esplorare e fare foto su foto......piu' tardi scopriremo che proprio quella zona è stata usata come set nel film "Il Pianeta delle Scimmie"! 


Proseguiamo lungo la strada per arrivare al Centro visitatori El Portillo. Qui troviamo ad aspettarci decine e decine di "lucertolone" molto amichevoli e golose di panini, biscotti, frutta ......ed ovviamente fanno subito amicizia con Marc!





Il Centro visitatori è piccolo e gratuito ed offre un filmato (anche in Italiano)  simpatico anche per i piu' piccoli che spiega la formazione delle Isole Canarie e la storia del vulcano e una piccola esposizione a tema. 
Insomma, un gran bel giro assolutamente consigliato anche a chi ha i bambini piccoli ( seconde me inutile prendere la Cabinovia fino alla cima, primo perchè carissima e poi perchè il panorama anche da queste altezze è bellissimo!)


Altro giorno di noleggio auto ( ormai ci abbiamo preso gusto!) dedicato alla spiaggia di Las Teresitas a Santa Cruz.

E' una spiaggia riportata, creata ad hoc ma a noi è piaciuta tantissimo. 
Sabbia dorata, acqua cristallina e bassa poichè protetta da una barriera di scogli, tante palme e........relax!


In hotel chiediamo suggerimenti su quali spiagge andare a vedere ma non ci sono di grande aiuto, piuttosto ci siamo orientati sui suggerimenti e recensioni di alcuni siti internet. 
Cosi' andiamo a passare qualche ora alla spiaggia di Los Cristianos. Spiaggia molto grande, ricca di locali e negozietti per turisti ma trovare parcheggio è un po' complicato e non è poi così particolare.

Piuttosto rimaniamo molto colpiti dalla Playa Abama.



E' una piccola caletta con acque tranquille riparate da una barriera di scogli e si trova sotto l' Abama Golf and Spa Resort. Infatti per raggiungerla occorre parcheggiare davanti all'entrata dell'hotel e poi si fa una piccola passeggiata tra i giardini di questo bellissimo albergo che costeggiano le piantagioni di banane (l'accesso è aperto a tutti proprio per raggiungere la spiaggia, che per le leggi spagnole è libera).   

Alla fine della passeggiata occorre fare una lunga scalinata per scendere in spiaggia e la vista dalla cima delle scale è meravigliosa! Scendiamo subito poichè non vediamo l'ora di tuffarci in queste acque bellissime. Accanto alla caletta ci sono anche degli scogli con una piscina naturale dove si puo' nuotare con tanti pesciolini colorati. Di lato si trova anche un bar ma è dell'albergo ed i prezzi sono molto alti. Anche il piccolo ascensore che ti riporta in cima alle scale è solo a disposizione degli ospiti del Resort ma a noi non importa risalire i 100 e piu' scalini.....la fatica è tutta ripagata da questo bellissimo posto.

Il giorno seguente decidiamo di esplorare la zone di Puerto de La Cruz ( a nord ovest dell'isola) piu' precisamente scegliamo di andare a vedere Lago Martianez  ovvero un complesso di piscine di acqua salata ......Viene chiamato "lago" proprio per la grandezza delle piscine ( nelle foto non si riesce ad immortalarlo tutto!). Il parcheggio è un po' complicato essendo una cittadina e trovandosi l'entrata in una zona pedonale ma con un po' di pazienza ...... Il passeggio lungomare e' di forte impatto, direttamente sull'oceano con le sue onde impetuose affrontate da intrepidi surfisti. 

In tutto il "lago" l'acqua è della stessa altezza (si tocca) ed è salata, presa direttamente dall' Oceano, quindi bella fresca! L'entrata ha un prezzo comunale di pochissimi euro e i lettini sono gratuiti. Nella piscina sono inseriti scogli e grotte e non poteva cerco mancare la piscina per i bambini dove si trova un'opera d'arte del famoso artista Manrique (lo stesso che ha progettato diverse aree dello stesso complesso) che ricorda i tentacoli di un polpo gigante e dove Marco e Davide si sono divertiti a scorrazzare.

Peccato che la giornata fosse particolarmente nuvolosa e fredda  e non ci abbia fatto apprezzare al meglio il posto, ma gia' ci è piaciuto tantissimo cosi'.....immaginiamo con il sole! 

Purtroppo la nostra breve vacanza è finita e dobbiamo salutare l'Isla di Tenerife.

Adiòs 




FILM PREFERITI

  • Braveheart
  • Forrest Gump
  • La Maschera di ferro
  • Le pagine della nostra vita
  • Notte da leoni
  • Titanic
  • Vacanze in America

ULTIMO LIBRO LETTO

  • Wild
  • Un diamante da Tiffany
  • La ragazza fantasma
  • Il Simbolo Perduto
  • LA MASAI BIANCA
  • Angeli e demoni
  • 1.000 luoghi da vedere nella vita
  • Sette giorni per l'eternità
  • I Love Shopping per il baby
  • Luna di miele intorno al mondo Dominique Lapierre