13/08/12

Francia in camper 2012 (Provenza ed altro....)



Un altro piccolo viaggiatore si è unito al nostro trio !!! E' Davide, nostro secondo "erede".
Quindi, anche quest'anno, viaggio itinerante "on the road" .....in camper!!!!
Come sempre, l'impresa piu' ardua è stata trovare un prezzo di noleggio abbordabile per le nostre tasche e, come sempre, un privato è stata la nostra risorsa.
Dopo aver trovato il camper non sapevamo ancora quale fosse stata la ns meta'.
L'Italia no, perchè troppo cara , Germania, Svizzera e Francia già fatte! Forse la Spagna ma i prezzi del traghetto ci hanno scoraggiato ( stessa spesa se si va via strada!) e poi il dubbio era il caldo .....Nord Europa? Purtroppo troppo lontano per le nostre piccole 2 settimane e con 2 bambini fare troppe ore di strada non ci piaceva.......Alla fine Super Monia ( ovvero io! Hi Hi Hi), ha trovato delle mete veramente interessanti in Francia e quindi via.......ormai è deciso e mio marito doveva solo sperare che avessi studiato un bel giro!!!

Partenza da casa il 17 giugno a mezzanotte, cosi' si guadagna un po' di tempo e, soprattutto Marco e Davide dormono.............Poco prima di Genova il sonno la vince su di noi, quindi ci fermiamo ad un autogrill per riprenderci un po' ........dopo 2 orette di sonno ripartiamo e per pranzo siamo già in Francia o meglio stiamo già sulla strada per il Parco del Verdon; nostra prima tappa.
La strada per Castellane è abbastanza tortuosa e lunga.....ma forse perchè siamo stanchi o perchè il nostro navigatore ha deciso di farci fare la strada piu' panoramica......ma alla fine arriviamo e senza difficoltà troviamo un campeggio ( Castellane ha piu' campeggi che abitazioni!!!).
La mattina seguente belli riposati ci avviamo verso il canyon che dista 4/5 km .....Lungo il breve tragitto ci divertiamo a fare le foto agli strani cartelli che troviamo lungo la strada che segue il corso del fiume. I cartelli sono di avvertimento all' improvviso innalzamento del livello dell'acqua e sono molto espliciti sulla possibilità di annegamento! Inoltre lungo la strada ci sono delle rocce che fuoriescono dalla montagna, quasi ha formare una sorta di tunnel che ci hanno fatto subito drizzare le antenne per paura che il camper toccasse con il tetto.......ma ci si passa alla grande!!
Parcheggiamo all'ingresso del sentiero, carichiamo sulle spalle Davide e relative provviste d'acqua ( il sentiero è breve - 20 minuti - ma il caldo è tanto!!!) ed iniziamo a scendere verso il fiume.
Il tragitto è brevissimo e molto semplice; arriviamo subito sulle sponde del fiume e Marco non resiste....deve toccare l'acqua che è ghiacciata e di un bellissimo colore verde-turchese. Decidiamo di proseguire un po' lungo il sentiero e troviamo una scala che porta ad un tunnel scavato nella montagna. Io e Marco andiamo in esplorazione ( Fabio ed il piccolo Davide no perchè l'aria della caverna era fredda ed umida). Nel tunnel è buio pesto e dopo pochi metri siamo costretti ad accendere il faretto della telecamera per vedere dove mettere i piedi ------eravamo comunque tranquilli poichè si vedeva l'uscita ed incontravamo altri "esploratori" muniti di torce. Arriviamo alla fine e si vede dall'alto ancora il Verdon che scorre bellissimo tra le rocce a strapiombo della montagna........il tunnel continuava nel ventre della montagna ma era lungo 2 km e bisognava essere muniti di torce e scarpe adatte!!!!



Nel tardo pomeriggio ci dirigiamo verso il Lago di St. Croix dove sfocia il Verdon tra due pareti di roccia altissime. E' bellissimo nei suio colori ( anche se il tempo non gioca a nostro favore poichè è nuvoloso) .......deve essere bellissimo in una giornata di sole affittare uno dei tanti pedalo' ed entrare in questa gola dalle mille sfumature dell'azzurro!!!
Scegliamo un campeggio fronte lago e prendiamo le bici per andare a giocare un po' in spiaggia prima di cena ( in realtà prato poichè sabbia non ce n'è!!!) ........i bimbi si sono sfogati e tornati al camper abbiamo cenato e, dopo aver messo a nanna i pupi,, studiato il percorso per l'indomani.
Visto che ci siamo alzati con il brutto tempo non abbiamo passato la mattina al lago ( era ben organizzato si poteva parcheggiare con il camper in un ampio spazio dotato di bagni e docce) siamo partiti verso Roussillon.
Con nostra grande sorpresa la strada che portava alla nostra successiva tappa era un susseguirsi di colline coltivate a lavanda. Ogni curva o dosso ci riservava una vista sempre piu' bella della precedente; colline verdi  disegnate dal viola della lavanda e dal rosso della terra......e poi.....quando siamo scesi dal camper per le foto il profumo della lavanda era un tutt'uno con l'aria .......che bello! Sembrava di essere dentro un quadro!!!
Lungo la strada c'erano cartelli che indicavano negozi che vendevano prodotti tipici fatti, ovviamente, con la lavanda. Ma è mattina presto ed è ancora tutto chiuso :-(
All'improvviso lungo la strada vediamo un giardino di lavanda con delle api giganti e subito inchiodiamo con il camper!
Che fortuna!! E' un'azienda di apicultori ed hanno il negozio con tutti i loro prodotti.
Compriamo il famoso miele alla lavanda ( che devo dire è squisito!!) ed un liquore per l'aperitivo sempre alla lavanda ( che ancora non abbiamo assaggiato, quindi.....speriamo bene!!!).
Nel frattempo i nostri tesori si sono svegliati così, rimediate un po' di caramelle di miele naturali e grezze, ripartiamo alla volta del Colorado di Roussillon.



Arriviamo nel piccolo centro cittadino e fa caldissimo!!!  Circa 500 metri dall'inizio del Sentiero dell'Ocra, si trova un parcheggio per i camper, ci fermiamo per pranzare e poi ci mettiamo in marcia a piedi con bimbi al seguito per andare a vedere il famoso canyon.
Si paga una modica cifra per entrare e dopodichè con mappa alla mano (.....Marco ci farà da guida!) vediamo tutti i punti panoramici indicati. L'impatto visivo è bellissimo!!! La terra è di un rosso acceso e tutta la vegetazione è di un verde vivo....in piu' il cielo azzurro limpido da quel tocco in piu'! Per Marco siamo in gita sul pianeta Marte ( .......qualcosa bisogna pur inventarsi per far divertire i bambini!!) Davide ne approffitta per una rapida pennicchella sulle spalle di papa' Fabio ;-) . Finito il giro e dopo svariate foto ed una grande sudata......tappa gelato e poi via al camper perchè decidiamo di raggiungere Isle sur la Sorgue, a pochi km di distanza. Qui troviamo un bellissimo campeggio collegato al centro del paese da una bella pista ciclabile che costeggia il limpido fiume che passa al centro della cittadina. Le acque sono limpide quanto gelide; eppure i ragazzi del posto si tuffano tranquillamente dai ponti e dagli alberi ( anche se vietato!!), rinfrescandosi un po'.......... visto l'ondata eccezionale di caldo afoso che sta colpendo il sud della Francia!!

Volevo vedere il famoso mercato galleggiante ( vendono frutta fresca della Provenza, in particolari imbarcazioni del luogo e vestiti con abiti d'epoca); ma, ahime' scopro che viene fatto solo in agosto per una speciale ricorrenza!!! Comunque il centro cittadino è veramente caratteristico con le sue ruote giganti di legno che girano al passare dell'acqua, i ponti pieni di fiori colorati ed i tantissimi localini che affollano con i loro tavoli il lungo fiume......comunque resta sempre lo spazio per passeggiare ed andare in bicicletta!!

Fa talmente caldo che decidiamo di andare alla piscina comunale per rinfrescarci un po' e passiamo cosi il pomeriggio!!!!
La mattina seguente partiamo alla volta della CAMARGUE ............per entrare nel parco dobbiamo attraversare su una chiatta il fiume Rodano......e dopodichè ci dirigiamo verso le famose Saline di Giraud.
Fabio era un po' scettico su queste saline ma poi alla vista di quella bellissima distesa d'acqua rosa/viola si è dovuto ricredere.
Abbiamo costeggiato la strada vedendo vere e proprie montagne di sale!!!! La nostra intenzione era arrivare alla famosa spiaggia di Piemanson, cosi' continuiamo a seguire l'unica strada che è presente ( anche se la freccia del navigatore ormai vaga nel pieno blu dell'oceano!!! Secondo lui avevamo un gommone non un camper!!). La nostra fiducia è ripagata perchè alla fine della strada ecco apparire l'immensa spiaggia, con decine e decine di camper, nonchè di gente che pratica ogni sorta di sport si possa fare con il vento ..............visto che ce n'è molto!

All'inizio abbiamo un po' di timore ma poi vediamo che la sabbia è talmente compatta che consente l'accesso ai mezzi senza pericolo d'insabbiarsi. Prima di decidere dove sostare ( visto che lo spazio è immenso) compriamo un po' di meloni e albicocche da un contadino che con la sua auto vende frutta ai turisti come noi! Ci fermiamo non molto lontano dalla stradina, poichè avvistiamo un camper con targa italiana con bambini dell'età di Marco che giocano sulla sabbia; cosi' scambiamo due chiacchere e Marco si diverte un po' ( nel frattempo Davide assaggia la sabbia francese!!!). Scopriamo che questa coppia era stata qui 20 anni fa e la gente era molto meno e tutta la zona era piena di fenicotteri rosa.....( ora ce ne sono ma molti meno! )

Come dicevo, c'era molto vento ma, ad un tratto è diventato fortissimo e siamo stati costretti a ritirare subito il tendalino ma l'operazione non è  risultata facile ed io mi sono ritrovata attaccata alla tenda svolazzante mentre Fabio cercava di richiuderla.........fortuna un camperista è corso in mio aiuto; altrimenti avrei sperimentato il parapendio!!!

Una veloce doccia ai pupi per togliere circa 2 kg di sabbia attaccati ovunque e poi via diretti a Tolosa.
Abbiamo scelto questa tappa per visitare la Citè de l'Espace per la gioia del nostro piccolo genio Marco. Adora lo spazio, la scienza, i pianeti.......

 E' stata un'esperienza veramente carina, il museo è pieno di attrattive e ci cono molti giochi da far provare ai bambini come il simulatore di camminata sulla Luna e su Marte; la divertentissima sala di registrazione per le previsioni meteo ( Marco faceva il cameraman ed io e Davide abbiamo dato le previsioni........il tutto registrato e ritrasmesso su monitor esterni -- la gente fuori rideva divertita nel vedere un meteorologo col ciuccio!!!! e tanto polpetta come Davide!!); ma a me e Marco ci è piaciuto tanto andare alla ricerca di vita aliena su altri computer sulle poltrone che simulavano sonde lanciate nello spazio!!!!
Se capitate dalle parti di Tolosa portate i vostri ragazzi qui e sicuramente ne resteranno entusiasti!!!

Unico intoppo della vacanza è avvenuto la sera, dove al campeggio un ragazzo è saltato sopra la manina di Marco sui tappeti elastici e gli ha provocato una microfrattura ( i pompieri con l'autoambulanza in 10 minuti sono arrivati e l'ospedale pediatrico è stato efficientissimo - con tanto di mediatore che ci traduceva e ci accompagnava).............risultato dito steccato per 2 settimane!!!!  :-((


Ma la mattina dopo, non ci perdiamo d'animo e ripartiamo alla volta della magnifica DUNA DI PYLA!!!
Troviamo un campeggio ( Camping La Foret), un tre stelle proprio sotto la duna.
E' imponente!! 105 metri di sabbia !!!! Dopo aver organizzato la piazzola ed il camper ci avviamo un po' timorosi alla scaletta per salire in cima alla duna o almeno fino a quasi alla cima ( è una semplice scala di ferro appoggiata sulla sabbia e quindi in parte gli scalini sono sprofondati ....ma almeno è un aiuto!!!)
Dopo i primi metri un po' titubanti ed un po' difficoltosi, prendiamo il ritmo e la famigliola guadagna quota......A metà strada mi volto per guardare il panorama e fare una foto ma le vertigini sono dietro l'angolo ...............l'inclinazione è elevata, è quasi come una pista da sci nera!!!!!
Ma lo spettacolo non è descrivibile !!! Ci fermiamo alla fine della scaletta per ammirare l'immensità di questa bellezza della natura e dopo foto di rito c'incamminiamo a "quattrozampe" per l'ultimo tratto......



Una volta in cima lo spettacolo che si presenta davanti ai nostri occhi ci lascia senza fiato..........l'oceano.......
La Duna di Pyla si affaccia sull' oceano di fronte alla piccola baia dove troviamo il piccolo villaggio di Cap Ferret. I colori sono di una bellezza unica: l'oro della sabbia, l'azzurro del cielo, il blu del mare, il verde della foresta dietro la duna e le miriadi di colori arcobaleno delle decine di parapendii che si lanciano dalla cima della duna stessa....


Passiamo tutto il pomeriggio in cima alla duna, correndo, rotolando .........anche per la gioia del piccolo Davide che "gattona" contento sulla sabbia calda e prova ogni tanto anche ad assaggiarla!!!!

L'alta marea è salita ed ha sommerso quasi del tutto la piccola isola che si trova di fronte alla duna, facendo tornare a galleggiare tranquille le piccole barche di legno che fino a poche ore prima si trovavano sdariate su un fianco sull'isola rimasta in secca ( quasi come dei relitti abbandonati!), il vento si è fatto piu' forte; quindi, è ora di tornare al camper ma...........sul bordo della duna rimaniamo dubbiosi su come scendere, visto che la pendenza è tantissima.........Fabio e Marco si lanciano in una corsa giu' per il pendio della duna....ridendo come matti poichè , essendo sabbia finissima scendendo le gambe sprofondano quasi fino al ginocchio non facendoti cadere............quindi in pochi secondi sono arrivati al grido di Marco " papa' papa' lo rifacciamo??? Dai, lo rifacciamo??".........................mentre io con in braccio la "polpetta di Davide" vado molto piu' piano ma senza alcun problema..............

A malincuore la mattina seguente lasciamo questo splendido posto ( a cui si puo' dedicare tranquillamente qualche giorno, cosi' da visitare anche Cap Ferret o andare in spiaggia ai piedi della duna .......)  poichè dobbiamo raggiungere Parigi entro la sera altrimenti poi la strada del rientro a casa sarebbe stata impossibile da fare in quei pochi giorni che ci restavano di vacanza.  Facciamo, ahime', tutta una tirata ed arriviamo ad Eurodisney verso mezzanotte........I cancelli dell'area sosta camper sono chiusi cosi' parcheggiamo il camper in coda con gli altri camper davanti all'entrata e ...."buonanotte"!!!

La mattina presto entriamo all'area sosta e svegliati i bimbi......via verso il magico mondo Disney!!!
Abbiamo fatto i biglietti per entrambi i Parchi e abbiamo scoperto che i bambini sono gratis se il biglietto si compra online o se si prende in Italia; mentre alle casse la promozione non è valida.......quindi abbiamo dovuto fare il biglietto anche per Marco ( 5 anni) ...........quindi OKKIO e compratelo in Italia.....!!
Anche se con 2 bimbi siamo riusciti a fare piu' o meno tutte le attrazioni anche se Marco si stancava a fare tutte quelle file...( forse a 5 anni sono ancora un po' piccoli per godersi a pieno il Parco!!). Secondo me comunque ha preferito il Parco classico ripetto agli Studios, forse perchè con giochi piu' alla sua portata ( labirinto di Alice nel Paese delle meraviglie o L'isola dei Pirati.....dove non serve fare la fila!!!).
Sicuramente la cosa piu' emozionante della giornata è stato lo spettacolo serale per festeggiare i 20 anni del Parco Disney. Abbiamo potuto assistere tranquillamente poichè il camper è proprio all'uscita del parco, quindi è un attimo arrivare a "casa" per le ninne!!! E' durato circa 45 minuti, nei quali non hanno certo elemosinato in fuochi d'artificio, giochi d'acqua, musica, effetti speciali, palle di fuoco .......e chi piu' ne' ha piu' ne' metta!!!!!  Non mancate questo appuntamento serale, è magnifico ed il Castello della Bella Addormentata fa da sfondo ad una meravigliosa magia!!!

Il giorno seguente dobbiamo puntare verso l'Italia quindi scegliamo come tappa intermedia di viaggio il lago di ANNECY. Tra i vari campeggi scegliamo non uno lungolago " troppo affollati e tanto spiaggia non  ne hanno!!) ma uno in collina, vista lago. Le particolarità di questo lago sono due: uno, dicono sia il piu' limpido d'Europa - due, è possibile fare il giro del lago in bicicletta poichè c'è una pista ciclabile bellissima.......


Siamo stati un paio di giorni, la cittadina è veramente da cartolina, c'è un bel parco lungolago dove far giocare i bambini ( ovviamente raggiungibile in biciletta in tutta tranquillita') e c'è anche una bella spiaggia ( prato) pubblica dove potersi godere un po' di sole......

Ultima tappa francese Chamonix, dove ci fermiamo in un campeggio vista ghiacciaio del Monte Bianco. Giriamo il paesino in bibicletta ed nel pomeriggio portiamo Marco al parco di divertimenti per provare l' Alpine Coaster. Prendiamo il biglietto per corse illimitate così anche io e Fabio possiamo divertirci un po'......E' veramente un gioco divertente.....una sorta di slittino viene trainato fino in cima alla montagna su dei binari e una volta in cima si scende a ruota libera ......i freni sono nelle nostre mani.......provatelo - provatelo - provatelo....

Siamo tristi, la nostra vacanza è finita ed in piu' oggi piove a dirotto e la temperatura è scesa bruscamente......
Torniamo a Roma ma siamo felice che, anche questa volta, la Francia ci abbia potuto regalare delle belle emozioni.....................
                                      AU REVOIR!!



13 commenti:

Anonimo ha detto...

Ottimo
My homepage Last minute

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo
Here is my site Villaggi

Anonimo ha detto...

Giusto
Feel free to surf my web blog - Last minute

Anonimo ha detto...

very good!

Anonimo ha detto...

Excellent site. Lots of helpful information here. I am sending it to several buddies ans additionally
sharing in delicious. And certainly, thank you on your effort!


Here is my web-site - garbage disposal troubleshooting

Anonimo ha detto...

hello!,I really like your writing so so much! percentage we keep in touch more
about your post on AOL? I require an expert in
this house to resolve my problem. Maybe that is you! Taking a
look forward to peer you.

my webpage; green your garbage

Anonimo ha detto...

Hi there, after reading this remarkable article i am as well happy to
share my experience here with mates.

Stop by my site; phen375 where to buy

Anonimo ha detto...

Hello there, You've done an incredible job. I'll definitely digg it and personally recommend to my friends.
I'm sure they'll be benefited from this site.


Visit my weblog; strapless heart rate monitor ()

Anonimo ha detto...

I constantly emailed this web site post page to
all my associates, since if like to read it afterward my links will too.


My site pezzi di ricambio vespa

Anonimo ha detto...

This design is wicked! You obviously know how to keep a reader entertained.
Between your wit and your videos, I was almost moved to start my
own blog (well, almost...HaHa!) Great job. I really enjoyed what you had to say, and more than that, how you presented it.
Too cool!

Feel free to surf to my web-site - wood gasification
[]

Anonimo ha detto...

I want to to thank you for this very good read!! I absolutely loved every bit of it.
I have you book marked to look at new things you post…

Feel free to surf to my homepage ... pezzi di ricambio fiat

Anonimo ha detto...

Hello, just wanted to tell you, I loved this
post. It was funny. Keep on posting!

Feel free to surf to my web-site: Phen375

Anonimo ha detto...

Great article, exactly what I needed.

Have a look at my web page: cable samsung micro travel

FILM PREFERITI

  • Braveheart
  • Forrest Gump
  • La Maschera di ferro
  • Le pagine della nostra vita
  • Notte da leoni
  • Titanic
  • Vacanze in America

ULTIMO LIBRO LETTO

  • Wild
  • Un diamante da Tiffany
  • La ragazza fantasma
  • Il Simbolo Perduto
  • LA MASAI BIANCA
  • Angeli e demoni
  • 1.000 luoghi da vedere nella vita
  • Sette giorni per l'eternità
  • I Love Shopping per il baby
  • Luna di miele intorno al mondo Dominique Lapierre